Le ballerine parigine…

-font-b-Free-b-font-font-b-shipping-b-font-2013-spring-new-ballerina-girlsLa notte è fonda e nessuna luce può rischiarare il petrolio del cielo.

I piedi affossano nell’asfalto, con indosso le ballerine di pelle morbida, che non segnano la caviglia.

L’anno scorso le ho comprate in una boutique parigina, per poter camminare comodamente e fare lunghe passeggiate, ma ora sono consunte e sento la strada arroventarmi la pianta del piede. Non è bastato pagarle tanto, la suola è andata a farsi benedire troppo presto. E adesso è come se avessi tanti piccoli chiodi che si surriscaldano ad ogni passo. Sento il bruciore, ma continuo la marcia.

I capelli sono umidi, il freddo li ha resi pesanti ed ondulati. Volevo che arrivassero perfetti al mio appuntamento, ma non posso combattere le avversità del tempo.

I lampioni vibrano, o forse è solo la mia immaginazione. La metropolitana sotto i miei piedi passa ogni minuto e scuote  tutto quello che la terra accoglie al di sopra.

Le previsioni del tempo annunciano pioggia e qualche fiocco di neve. Per tutta la giornata però ci sono stati solamente dei grigi nuvoloni. Ho portato con me per sicurezza un piccolo ombrello, ma non credo servirà.

Il ponte è vicino, sento lo scroscio dell’acqua che lambisce i piloni. Sono quasi arrivata. Saluto le mie ballerine e le appoggio sul marciapiede. L’acqua è fredda e buia, come la notte fonda, che nessuna luce può rischiarare.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...